Il passaggio del testimone: Il corso Conversion e altre riflessioni

Mi sento come un testimone.

Di quelli che sono tenuti in mano e poi vengono passati a un’altra mano e poi alla fine devono raggiungere una meta.

Mi sento come un testimone.

Di quelli che erano presenti sulla scena e la possono raccontare descrivendone i dettagli.

Mi sento come un testimone perché oggi inizio a lavorare in un’altra compagnia aerea.

Mi sento come quando sette anni fa io entravo in quella stanza di training per la prima volta e da impiegata di provincia col naso all’insù diventavo un’assistente di volo.

Mi sento come quando mangiavamo i panini per la pausa pranzo e ripassavamo gli appunti parlando di equipaggiamenti e procedure. Eravamo sette amici, entrati in quella stanza come sconosciuti, usciti da lì con una promessa silenziosa. Amici dell’aria.

Oggi, sono passati sette fottuti anni.

Sette anni dove ho volato e vissuto come se non ci fosse un domani.

Sette anni di montagne russe.

C’è stato il lungo raggio, il corto raggio, i traslochi, le estati di Fiumicino, gli inverni di Malpensa, la stagione di Salerno dove siamo stati costretti a scappare, la storia d’amore col pilota, un’amicizia profonda con una ragazza, tanti addii, migliaia di arrivederci, la perdita di un compagno di corso per uno stupido incidente.

girl-watching-airplane-take-off-zurich-3933679565-800x532

Tante lacrime quante un oceano.

Tanti sorrisi quante albe sul pianeta Terra.

C’è stato un fallimento della compagnia aerea, ci sono stati i problemi con i soldi, i problemi con le prese in giro.

C’è stata la speranza di ritrovare un cammino perduto e c’è stata la forza di percorrere il sentiero per ritrovare la strada giusta, e c’è voluto un anno intero.

Oggi entro in questa aula e incontro nuovi volti.

C’è chi non ha mai volato, c’è chi ha avuto altre esperienze, c’è chi come me colleziona conversioni.

Boeing.

737

757

767

717

Ah, mi manca l’Embraer.

Ah, ho volato anche sul Fokker qualche volta.

Sembrano solo numeri.

In realtà sono i miei aeroplani!

airtrafficcontrol

Oggi conosco gli altri, entriamo come estrani in questa aula, usciamo come un team.

Dopo pochi giorni siamo su un volo per Parigi e ci prendiamo un bicchiere di vino per festeggiare l’esito positivo dell’esame appena fatto. Dalla mia fila 34 su un Airbus A321 alzo il bicchiere di plastica verso il PSU, sorridendo agli altri che da ora saranno  i miei nuovi compagni di viaggio.

C’è che il giorno prima eravamo seduti nel simulatore e ridevamo perché mentre c’era la decompressione ho tirato così forte la maschera dell’ossigeno da averla staccata completamente dal pannello. C’è che dentro di me scendeva una lacrima silenziosa perché per essere in quel simulatore ho dovuto andare avanti per la mia strada e dire troppi arrivederci.

1322630799533

C’è che mentre siamo sul volo per Parigi scende la sera e in quota il vino scorre dolce nelle vene confondendo perfettamente la mia malinconia con la mia felicità.

C’è che mi sento come un testimone.

Testimone di una vita preziosa.

Testimone del mio passato,

Testimone degli altri assistenti di volo che sono li con me e che voleranno con me!

E poi.

I miei aeroplani.

Tanto non sopporto il casino degli aeroporti, tanto amo volare.

woman-in-plane

Gli aerei sono casa mia, gli aerei sono quelli che mi hanno dato la possibilità di viaggiare.

Di costruire amicizie uniche.

Di emozionarmi per sentirmi dentro il cielo quasi in mezzo alle stelle, ai pianeti, alle nuvole, in quei colori magici dal blu al rosa, lontano dal cemento e dal grigiume.

Gli aerei mi hanno dato la possibilità di scrivere.

Di innamorarmi.

Anche se oggi mi sono innamorata di un uomo che non vola.

Un giorno gli ho chiesto:

“Airbus o Boeing?”

Lui mi ha risposto che non aveva idea di cosa stessi parlando.

Allora ho iniziato ad amarlo profondamente.

Perché c’è che ho passato un limite e a forza di correre senza meta ho trovato un burrone e ho deciso di mantenermi in una zona di equilibrio.

Una nuova compagnia aerea, una nuova uniforme, il ruolo di capocabina, un fidanzato che non ha idea di flap, slat, transponder, roster, jumpseat, turboeliche o qualsiasi cosa legata a una fusoliera.

Flight-Attendant-Instagram-Love-Note-AirAsia-Flight-QZ8501-Love-Message-549631

Un’idea di vivere i miei quasi trentanni con questa nuova esperienza dove finalmente posso tirare fiato.

Certo il passato è li che mi pesa.

Non ho idea di dove sia il mio caro vecchio Embraer e non ho idea di dove siano alcuni dei miei vecchi compagni di viaggio.

Ma nel mio cuore c’è posto per tutto!

Ecco cos’è un corso Conversion.

Non è solo le procedure, non è solo gli equipaggiamenti, non è solo il CRM.

E’ un passaggio di testimone.

Il vecchio e il nuovo.

Nuove vite che si mescolano, nuove emozioni.

E’ un addio al passato e una nuova valigia da tirare.

E’ un modo per guardarsi dentro e domandarsi quanta strada si è fatta e quanta se ne vuole fare ancora.

Un abbraccio a tutti i miei nuovi e vecchi compagni di avventura.

HAVE FUN, FLY SAFE!

maditerraodivolo

Ciao, sono Giulietta! Assistente di Volo, Blogger e Travel Vlogger, amo scrivere della mia professione, aiutare le persone a far decollare la propria carriera come Assistente di Volo e creo video delle mie avventure di viaggio. Amo la Thailandia, i gatti e collezionare momenti di vita incredibili!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

I contenuti presenti sul blog WWW.MADITERRAODIVOLO.COM dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2013 - 2017 WWW.MADITERRAODIVOLO.COM by GIULIETTA MADITERRAODIVOLO. All rights reserved