Buoni propositi per il 2015

1 – Non rinunciare mai più a nulla per gli altri

non rinunciare mai ai tuoi sogni

La vita è solo tua. la vita è solo una (per quanto ne sappiamo), non puoi legarla in qualche posto che a te in fondo non piace per colpa di altri. Non dipendere da ciò che non puoi controllare. Vai avanti se è necessario,  permettiti di inciampare ma sempre guardando dritto: inciampare perché si cammina all’indietro non è utile! Come fare quando non sai che cammino intraprendere? Ascolta la tua vocina interiore. Quella che alla fine ignoriamo sempre perché facciamo mille calcoli e “ragioniamo”. Esatto. Pensiamo anche troppo. Alla fine lei aveva ragione. Peccato che lo scopriamo sempre dopo!

2 – Andare via di casa definitivamente

suitcase-travel-packing-flight-plane-girl-heels-clothes-wardrobe-copy

Non esiste un luogo che ci rende felici, la felicità deve essere prima dentro di noi. Osate. Questo lo dico sempre, poi apro il portafogli e mi dico che ancora aspetto un po’ prima di tornare a pagare un affitto (Giulietta la procrastinatrice nata) . Tuttavia noi non siamo i nostri genitori, possiamo essere grati a loro per averci donato la vita, ma non siamo loro. Noi siamo noi.

Io ho cambiato parecchie case, prima Gallarate, poi Fiumicino, poi Bologna, poi svariati periodi in hotel, ma alla fine mi sono sempre ritrovata a leccare le ferite di guerra nella casa dove sono cresciuta. E’ agghiacciante da un certo punto di vista. Quando torno, è felice solo il gatto. E’ davvero arrivato il momento di CAMBIARE.

3 – Fare una vacanza

Sivananda-Yoga-Ashram-Kerala

Ok. Ho fatto una scoperta: non vado in vacanza dal 2007. Ho volato come una pazza in tantissimi posti ma mai qualcosa di deciso da me e che durasse più di 48 h.

Quest’anno è l’anno vacanza, e vorrei farla da sola. Più che una vacanza, vorrei andare a fare un ritiro spirituale in qualche Ashram. A Bali, per esempio, dove ho visto su internet che ne esiste uno splendido e con la vista sull’oceano. Solo l’idea di svegliarmi all’alba in un luogo così mi fa venire la pelle d’oca. Se qualcuno ha fatto un’esperienza simile vorrei tantissimo sapere qualcosa di più! Quello che so, è  che si mangia vegetariano, non si fuma e non si beve (non farò fatica eccetto per il bacon-mi mancherà), si medita si pratica lo yoga e si da una mano con le pulizie o la cucina. Io ho bisogno di un luogo così, e poi vorrei tanto che la sera ci fossero poche luci per guardare le stelle.

4 – Partecipare a tutti i colloqui e non smettere mai di inviare CV per puntare al meglio!

CARD

Io odio le selezioni delle compagnie aeree e i colloqui in genere, come credo tutta la popolazione mondiale.

Quest’anno però voglio indirizzare la mia carriera da assistente di volo verso varie strade (leggasi compagnie aeree migliori), perché ho voglia di sperimentare e lasciare anche un pochino che sia il destino ad indirizzarmi ogni tanto, e non la mia testardaggine. Per la precisione ho già fissato due colloqui a gennaio che anche dovessero andare male, mi serviranno come esperienza per scrivere articoli per chi ci andrà dopo di me (fa molto inviata speciale!) e pubblicarli sul blog.

5 – Sport!

V01-precor-social-inspiration-05

Ho scritto sport per non essere di parte ma per me significa solo una cosa: CORRERE!

Ho iniziato a correre in modo serio in primavera (2014) dopo quasi due anni di corsa “tanto per provare – muoio dopo due minuti” ed è stato tutto grazie ad un libro di Daniel Fontana chiamato “dimagrire di corsa”. Mi ha aiutato a capire dove sbagliavo e mi ha fatto passare da una che trovava solo scuse ad una che trovava solo strade. 10 chilometri in un’ora e senza schiattare. Questo è motivo di felicità per me. Quest’anno ho intenzioni serissime di fare la mia prima mezza maratona!

Per chi vola e viaggia non c’è nulla di più bello del running! Servono solo le scarpe. Scriverò un articolo apposta e vi convincerò tutti a mettere il naso fuori dall’hotel anche con la neve di fuori!

6 – Risparmiare

risparmiare-energia-casa-ideegreen

Tra i miei sogni impossibili e stupidi c’è quello di avere una Porsche 911.

Tra i miei sogni possibili c’è quello di avere una vita degna e avere da mangiare ogni giorno e un tetto sopra la testa ed esserne grata.

In mezzo c’è che ogni mese un terzo di quello che guadagno finisce “sotto il materasso” e non voglio più fare guerre con le banche trovandomi a chiedere prestiti perché non prendo lo stipendio a fine mese (cosa che mi è accaduta in passato) o peggio ancora dover dipendere da famigliari e fidanzati. Meglio iniziare da subito ad avere un piccolo bottino da parte che andare in giro a comprare cose inutili (e fidatevi che ce ne sono a migliaia in giro di cose inutili!)

7 – Leggere appassionarmi

Woman_reading_at_the_beach

Questa non è una novità, è solo il rinnovo di una promessa fatta a me stessa che è quella di mantenere una mente aperta e curiosa SEMPRE. Ci sono un sacco di cose che mi appassionano, dai libri di torte a quelli di medicina, da romanzi leggeri a saggi- pippone atomico di cosmologia. Mi piace da matti l’astronomia e sono andata anche di recente in un osservatorio per seguire delle lezioni ma il signore, giocando con un astrolabio di carta, mi disse: “trovi altri 20 allievi e io le faccio lezione!”.

Chiaramente la risata isterica che è uscita dalla mia bocca gli ha fatto capire che sarebbe stato più semplice radunare un gruppo di socio-fobici. Comunque io non mi arrendo. Prima o poi qualcuno tenterà di dare risposta alle domande imbarazzanti che ogni tanto amo formulare.

8 – Amare

universe-love

Beh, la numero uno! Amare un uomo, il gatto il cane e tutto il mondo. Ma quello che è più difficile è amare sé stessi. Perché siamo solo capaci di dire a noi stessi che siamo stupidi, imbecilli, pigri, in una parola sola offensivi nei nostri confronti e ci sentiamo stupidi a guardarci allo specchio e dirci “che gnocca che sono – mi voglio bene – sono fiera di me”?

Quando scendono le maschere dell’ossigeno dite ai passeggeri di indossarla subito e solo dopo aiutare gli altri in caso di necessità. In amore vale la stessa regola. Bisogna amare prima sé stessi e poi abbracciare l’intero universo!

9 – Scrivere

writers-block

Io ho un diario da secoli. Quel diario mi ha seguito ovunque e quest’anno mi sta aiutando a far riemergere ricordi che servono per il libro che sto scrivendo. Scrivere mi ha permesso di creare questo blog  e di conoscere persone molto interessanti. Vorrei tanto che anche gli altri assistenti di volo scrivessero qualcosa di più ogni tanto e avessero voglia di pubblicarlo (e per piacere non sia uno scrivere per lamentarsi dei passeggeri o dello stipendio – ne abbiamo piene le scatole – sorridete al mondo ogni tanto o cambiate lavoro! )

Inoltre vorrei inventare un’aforisma. Ma ancora non ci sono riuscita.

10 – Appendere allo specchio

62578_388038604598360_1731361011_n

Tante volte siamo pieni di buoni propositi appunto, ma poi archiviamo i nostri desideri magari rapiti dalle difficoltà e dalla ripetitività della vita. Un buon metodo è appendere i nostri progetti e pensieri allo specchio, in modo da leggerli ogni giorno. Vi lascio con un famoso “post it da appendere allo specchio” di Pablo Neruda che dovrebbe essere nelle case di tutti.

“Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,

ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,

chi non cambia la marca o colore dei vestiti,

chi non rischia,

chi non parla a chi non conosce.

Lentamente muore chi evita una passione,

chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i

piuttosto che un insieme di emozioni;

emozioni che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,

quelle che fanno battere il cuore

davanti agli errori ed ai sentimenti!

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,

chi è infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza per l’incertezza,

chi rinuncia ad inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,

chi non legge,

chi non ascolta musica,

chi non trova grazia e pace in sè stesso.

Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,

chi non si lascia aiutare,

chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,

chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,

ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di

gran lunga

maggiore

del semplice fatto di respirare!

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di

una splendida

felicità.”

“Pablo Neruda”

Quali sono i vostri buoni propositi per il 2015? Commentate amici!

maditerraodivolo

Ciao, sono Giulietta! Assistente di Volo, Blogger e Travel Vlogger, amo scrivere della mia professione, aiutare le persone a far decollare la propria carriera come Assistente di Volo e creo video delle mie avventure di viaggio. Amo la Thailandia, i gatti e collezionare momenti di vita incredibili!

3 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

I contenuti presenti sul blog WWW.MADITERRAODIVOLO.COM dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2013 - 2017 WWW.MADITERRAODIVOLO.COM by GIULIETTA MADITERRAODIVOLO. All rights reserved