DORMIRE, DORMIRE, DORMIRE: IL LUNGO RECUPERO DOPO UN VOLO

Buongiorno miei cari,

oggi sono un po’ mattutina perché ho accompagnato in aeroporto, per il solito volo low-cost del primo mattino, una coppia di amici che hanno pernottato da me… Mentre “sbarcavo” i miei amici alle partenze non ho potuto far a meno di osservare gli equipaggi che passavano in perfetta divisa, freschi come delle rose nonostante la sveglia improponibile, incamminarsi verso la briefing room.  E devo dire che guardandoci da fuori sembriamo degli alieni.

Molti di voi, sopratutto gli estranei alla categoria, si chiederanno come faremo mai a conciliare e quindi a resistere a “tutti quei turni assurdi” che racchiudono nell’arco di brevissimo tempo sveglie alle 2 – 3 di notte con sveglie alle 12 del mattino ( del mattino si fa per dire!). Beh, posso personalmente dire che il segreto è: DORMIRE DORMIRE DORMIRE. Già amici miei…dormire sempre e dovunque e in qualsiasi momento libero ( nella nostra testa gira un disco rotto che dice: “dormi approfittane dormi approfittane…”. La prima domanda che facciamo quando arriviamo in albergo è ” Fino a che ora servite la colazione?” e prima che il tipo della reception risponde..noi pensiamo: DAIII…FINO ALLE 11..DAI FINO ALLE 11, DAIIII…

donna che dorme

Non ce la posso fare oggi!

In verità, non ho ancora capito il motivo…(dato che facciamo gli stessi orari di lavoro) ma i pilotini, si  insomma i nostri cari colleghi del cockpit non hanno questo tipo di comportamento, diciamocelo dai..da ZOMBIE , anzi, il più delle volte ( e non è capitato solo a me)  quando ci vedono arrivare nella sala colazioni degli alberghi con la riga del cuscino ancora stampata in faccia giusto appena in tempo per la chiusura del bar…ci guardano con aria quasi sprezzante  che sa di..VOI A/V SIETE TUTTE UGUALI!!!  La nostra colpa? aver dormito fino al limite massimo delle nostre possibilità! Siiii..che ci posso fare? Adoro dormire. Mi piace crogiolarmi tra le lenzuola ovunque io sia. Questa cosa mi aiuta praticamente un sacco perché riesco a recuperare il sonno perduto durante i turni di lavoro. La qualità della vita infatti diventa assolutamente un must! Ognuno ha i suoi trucchetti: c’è chi prende la melatonina ( che aiuta a regolare il ciclo sonno-veglia), pappa reale e quant’altro; chi recupera facendo sport; chi approfitta delle attrazioni delle località raggiunte; chi appunto recupera dormendo…magari con una botta di supradyn e chi invece segue una dieta alimentare da atleta olimpionico.

images

Riporto che secondo la cgilvolo ” la salute degli AA/VV è peggiorata, basta recarsi al SASN di giorno feriale per vedere la fila degli AA/VV che riportano ai medici situazioni di: stress, depressioni, emicranie, insonnia, gastriti, mal di schiena…….etc.. la realtà è che sono ormai ricordi lontani gli anni in cui c’incontravamo negli alberghi  per parlare di viaggi e d’incontri piacevoli, oggi è soltanto tutto un lamentarci di cose e situazioni che non vanno!

Probabilmente si, è vero la salute degli AV è peggiorata . Anche se molte compagnie non fanno che svilire la professionalità degli Assistenti di Volo allo scopo di abbassarne il costo e massimizzarne  profitti ritengo che anche i turni ormai si sono molto standardizzati ( in molte compagnie sei a conoscenza dei turni in anticipo di quasi un mese, quindi ti puoi tranquillamente organizzare il tempo libero per stare con la famiglia o chiunque tu voglia. Ma cosa fondamentale è che il tuo corpo si “abitua” a turni più o meno regolari ( o solo mattina o solo pomeriggio) . Il problema invece è quando la compagnia per cui lavori non rispetta una sorta di etica dei turni…appioppandoti turni massacranti per due settimane di fila e poi magari il vuoto totale…in questo modo il tuo corpo ovviamente a lungo andare risentirà parecchio dello stress da volo.

Insomma alla fine dei conti… fare la hostess è bello, lo stipendio è buono  e tutto quanto ..ma il bilancio complessivo della vita personale? La risposta per me è una: UNA SCELTA DI VITA.

E voi come recuperate le vostre energie?

Conoscete qualche rimedio e avete dei tips da suggerire?

2 Comments
  1. Potremmo parlarne: sono una donna 40enne medico in DEA (quasi 80.000 pax/anno, compresi i grandi traumi) e Medicina d’Urgenza, sposata e con una bimba di 3 anni.
    Lavoro a turni: mattini, pom, notti (da6a 8/mese, anche a doppiette) o turni lunghi (10-18/11-19), festivi compresi.
    Moltissime responsabilità, scarso rispetto da parte dell’utenza, scarso interesse da parte dell’ASO (Azienda Sanitaria Ospedaliera), stipendio ben inferiore a quello dei medici di base (mai we, mai notti), necessità di aggiornamento quotidiano.
    Ho imparato a star sveglia anche 48 ore di fila o a gestire un IMA (infarto miocardico acuto) appena sbrandata da un misero sonnellino ad un occhio solo alle 5am (l’ora di tutti i malanni cardiologici: IMA, EPA, CHF…)
    Quando volo vi osservo e vi rispetto: così lontani eppure così vicini, come professione…

  2. Ciao Nicoletta! bene..si..hai davvero ragione… il vostro lavoro è tanto massacrante quanto il nostro, e parlo a nome di tutta la categoria…noi tutti vi apprezziamo per la vostra professionalità!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

I contenuti presenti sul blog WWW.MADITERRAODIVOLO.COM dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2013 - 2017 WWW.MADITERRAODIVOLO.COM by GIULIETTA MADITERRAODIVOLO. All rights reserved