Bagaglio in stiva: l'aereo è pieno…anzi vuoto! I racconti di Francesco

Le attese, in genere, mi annoiano.

Nei limiti del possibile cerco di minimizzare le perdite di tempo un po’ in tutti gli ambiti. Ma l’aeroporto costituisce un’eccezione. In aerostazione arrivo con sufficiente anticipo rispetto all’orario di partenza del volo. Via via ho imparato ad utilizzare queste attese per osservare il viavai di passeggeri, notare l’attivazione delle varie procedure di imbarco e il ciclico popolarsi e svuotarsi di alcune zone dell’aerostazione. E in più ci sono aeroporti nei quali è piacevole passeggiare tra i vari negozi e servizi offerti. C’è chi agli aeroporti ha dato la definizione di non-luoghi. La trovo un po’ forzata (pur comprendendone la spiegazione), se non altro se si considera l’estrema varietà di ciò che si può trovare proprio all’interno di uno scalo. Al di là di ciò, le mie attese in prossimità del gate sono diventate anche piacevoli momenti per leggere, scrivere al pc, ascoltare musica. Il motivo vero di questa sorta di anomalia tra le mie abitudini è che preferisco l’attesa al gate piuttosto che giungere in aereo fra gli ultimi e trovar poi desolatamente piene le cappelliere per il bagaglio.

10628139_1526177594294666_2125149989514778250_n

Ecco, è questo il motivo principale per cui, soprattutto negli ultimi tempi, mi capita di giungere in aeroporto addirittura prima delle due ore che conferiscono la possibilità di accedere ai controlli di sicurezza. Fra l’altro mi sono accorto che in questo modo non corro il rischio di sentirmi dire che il mio trolley dev’essere imbarcato in stiva perché il posto a bordo per i bagagli è prevedibilmente esaurito a causa dell’elevato numero di passeggeri che hanno già superato il check-in per il medesimo volo. E qui torna in gioco la mia costante predilezione per la rapidità che proprio non va d’accordo con l’idea che la valigia mi costi un’attesa sul nastro trasportatore all’aeroporto di destinazione.

In una mattina d’inizio inverno sono in aeroporto con ampio anticipo: alla partenza mancano ben due ore e mezza. Dopo una trentina di minuti mi metto in coda per accedere al controllo della carta d’imbarco e documento d’identità. «Il bagaglio va imbarcato in stiva» mi dice serafica l’impiegata al banco. Rispondo che all’interno del trolley ho pc e fotocamera e che non intendo minimamente rischiare che vengano danneggiati o smarriti destinandoli alla pancia dell’aereo. La signora mi suggerisce di toglierli dalla valigia. Dico che non ho le custodie dei due oggetti e che dovrei quindi reggerli in mano apparendo come una sorta di “vu-cumprà” aeroportuale.

ChinaImpression4

L’addetta non ha voglia di ascoltare le mie storie e dice che il bagaglio non può andare in cabina. A supporto della sua insistenza aggiunge che i posti nelle cappelliere in cabina sono già esauriti. Meravigliato le rispondo che mi appare parecchio improbabile che a due ore dalla partenza l’aereo sia “già pieno”. Ribatte spiegandomi che parecchi viaggiatori hanno acquistato la priorità d’imbarco e, di conseguenza, il diritto a portare il trolley in cabina. Subito dopo, scocciata, la signora decide di giocare ancora una carta a suo favore dicendomi che lei ha già fatto il check-in per 175 passeggeri! Alzo un sopracciglio e ne abbasso un altro…le rispondo che il velivolo che mi porterà a destinazione non raggiunge i 190 posti e appare davvero improbabile che siano già transitate 175 persone quando – ancora una volta – c’è da attendere due ore prima di partire. Evidentemente non è una risposta che la donna immaginava di ricevere e a quel punto, visibilmente infastidita, mi liquida con un «Vada, vada, porti il trolley con sé!»

travel_03_temp-1310457946-4e1c005a-620x348

Mi reco al gate. Ad attendere sulle poltroncine ci sono sì e no una decina di persone. Davvero mi chiedo dove siano le altre 160 che l’impiegata al banco voleva farmi intendere già scalpitanti a salire in aereo…

Buon 2015 a tutti!

No Comments Yet

Comments are closed

I contenuti presenti sul blog WWW.MADITERRAODIVOLO.COM dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2013 - 2017 WWW.MADITERRAODIVOLO.COM by GIULIETTA MADITERRAODIVOLO. All rights reserved